Modulo 4

Il popolare rinnovato, cioè come una volta!

Docenti: Claudia Grimaz, Roberto Frisano


È possibile proporre, oggi, il canto popolare friulano ripartendo dalla sua essenza antica? Come recuperarne l’idea originaria dopo un secolo di musica corale che da esso ha preso le mosse ma si è sviluppata via via sulla strada della scrittura accademica? Per rispondere a queste domande bisogna mettersi in gioco, riaccostarsi a un’idea sociale e comunicativa del canto, conoscere i generi tradizionali del territorio friulano (non solo le villotte), la loro funzione nelle comunità di un tempo. È necessario anche ascoltare i documenti sonori originali disponibili, provare a ricostruire una diversa dimensione vocale e cercare di rendere “spettacolo” una forma di espressione che è servita ad altro per secoli. Con l’aiuto di Roberto Frisano – che tratterà gli aspetti conoscitivi dell’argomento proponendo ascolti che sorprenderanno anche i friulani veraci… – e di Claudia Grimaz – che sperimenterà suoni, tecniche di polivocalità, modelli esecutivi e darà vita a un laboratorio corale – sarà possibile immaginare rinnovati percorsi sui nostri repertori autenticamente popolari.

destinatari

Direttori di coro e coristi, senza distinzioni tra attivi e uditori

calendario del corso

28-29 gennaio
18-19 febbraio
11-12 marzo

orari

sabato 15.00-18.00
domenica 9.30-12.30

contributi di partecipazione

Iscritti U.S.C.I. FVG
€ 50

Altri partecipanti
€ 60

sede del corso

TOLMEZZO (UD)
Casa della Gioventù (Piazza Centa, 2)

organizzazione

Uscf Udine

Docenti

Claudia Grimaz

Soprano e attrice, diplomata in Canto nel 2004 presso il Conservatorio Tomadini di Udine. Dal 1989 ha partecipato a diversi spettacoli teatrali, di Commedia dell’Arte e musicali. Nel 1995 è la corifea ne I Turcs tal Friûl di Pasolini e inizia la collaborazione e lo studio del canto popolare con Giovanna Marini. Attualmente collabora con l’ensemble vocale Oktoechos diretto da Lanfranco Menga, che si dedica all’esecuzione del repertorio vocale dei secoli XII e XIII e collabora con l’Ensemble cameristico Sergio Gaggia partecipando a diverse produzioni tra le quali Pierrot Lunaire di A. Schönberg, i Concerti del Quirinale con La pantomima rinata nel 2010 e con i Preludi di E. Adaiewsky nel febbraio 2013, registrati in prima assoluta per l’etichetta Dynamic. Nell’aprile 2011 è attrice e cantante nello spettacolo Né come in sonno né come in veglia su musiche e tradizioni dell’Armenia, assieme all’Anait Ensemble col quale produrrà nel 2013 anche lo spettacolo Orient Express. Dal 2006 dirige il Coro femminile La Tela e dal 2011 il Coro Popolare della Resistenza di Udine.

Roberto Frisano

Ha studiato Organo e Clavicembalo al Conservatorio Tomadini di Udine e Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo all’Università degli studi di Bologna dove si è laureato con una tesi in etnomusicologia. Da diversi anni svolge ricerche e campagne di registrazione sul territorio regionale, privilegiando in particolare la musica tradizionale liturgica e rituale. Ha insegnato Educazione musicale negli istituti scolastici statali medi e superiori e attualmente è docente di Storia della musica presso il Liceo musicale Percoto di Udine. Svolge attività di direttore di coro (coro Glemonensis di Gemona del Friuli, coro Candotti di Codroipo) e si dedica alla ricerca storico-critica, pubblicando monografie, saggi ed articoli. Ha curato edizioni di musica corale e di musica di tradizione orale - anche in collaborazione con l’Usci Fvg e con la Società Filologia Friulana - e alcune produzioni discografiche. Partecipa quale relatore a convegni di studio, seminari e conferenze, interviene in trasmissioni radiofoniche e collabora con musicisti e associazioni corali per la stesura di programmi di sala, note ai CD e presentazioni di concerti.

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più . Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.