14/05/2020

Coronavirus: attività corale non ancora praticabile

La Regione Fvg chiarisce i dubbi in merito alla possibilità di riprendere le prove

In data odierna la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Direzione Centrale Salute ha dato risposta scritta alla richiesta di chiarimenti avanzata da Usci Fvg in merito alla possibile riprese delle prove di coro, esprimendo chiaramente che le premesse dell'Ordinanza n. 12/PC non si applicano all'attività corale e soprattutto che 

le normali misure di prevenzione previste nei dispositivi nazionali e regionali, non permettano una declinazione delle norme igienico sanitarie che diano sufficienti elementi per garantire una ripresa delle attività con un accettabile rischio di contagio. Infatti, le esecuzioni degli strumenti a fiato e il canto non possono essere esercitati con la mascherina e la normale distanza di sicurezza interpersonale prevista per una persona sana che parla non è sicuramente la medesima distanza ritenuta sicura per un’emissione vocale nel canto o nel suono di uno strumento.

Alla luce di ciò, la Direzione Salute conclude:

Si ritiene pertanto che l’attività corale, come peraltro riportato in letteratura e sulla stampa internazionale, vista l’impossibilità di indossare le mascherine, non sia praticabile fino a una migliore definizione della distanza di sicurezza in tale contesto.

Invitiamo dunque i cori a pazientare e ad assumere un atteggiamento di responsabilità nei confronti dei propri associati.

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più . Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.