Barčica po morju plava

Otroške ljudske pesmi Slovencev v Italiji
Canti popolari infantili degli sloveni in Italia

a cura di Janko Ban
illustrazioni di Ivana Soban
USCI Friuli Venezia Giulia, 2015, 52 pag. illustrate a colori
con CD allegato
-

Contenuto

Tržaška pokrajina / Provincia di Trieste

1. Barčica po morju plava
2. Le sekaj, sekaj smrečico
3. O svetih treh kraljih
4. K mar se je oženu
5. Pade, dežek
6. Mi smo ’z Brega
7. Miklavž ima sivó glavó
8. Vam peru̯uščem eno srečno novo leto

Goriška pokrajina / Provincia di Gorizia

9. Sonce ljubó
10. Pi-piii, poštar pelja
11. Angelček varuh moj
12. Dejte, dejte buogima
13. Prišli smo mi
14. Aja tutu
15. Nina nuna nena
16. Tanci, tanci, črni kos

Benečija / Benecia (Slavia Veneta)

17. Petelin gode
18. Krajica kraja praša
19. Jure tule
20. Kam greste vi buogi mož

Rezija / Val Resia

21. Pravi mï no právico
22. Pleši, pleši, čàrni kus

Kanalska dolina / Val Canale

23. Mi smo sveti trije kralji
24. Jagar mi gre u zaljeni gozd
-
Nel corso del 2015 è stata ultimata la pubblicazione del volume Barčica po morju plava, a cura di Janko Ban, dedicato ai canti popolari infantili degli sloveni in Italia. Il volumetto contiene le partiture dei brani, non armonizzati ma nella loro più semplice forma melodica, i testi originali e le traduzioni in sloveno corrente e in italiano. Le pagine sono arricchite dalle illustrazioni realizzate da Ivana Soban che richiamano i contenuti dei testi. La pubblicazione è corredata da un audio CD contenente la registrazione dei brani.

Compilare una raccolta dei canti popolari infantili sloveni in Italia significa attingere lungo tutta la fascia confinaria orientale del Friuli Venezia Giulia che è il territorio dell’insediamento storico sloveno da quindici secoli. Questa zona si estende a partire dalla costa adriatica fra Trieste e Monfalcone, attraversa il Goriziano, la Benecia (Slavia Veneta) e la Val Resia fino alla Val Canale nelle Alpi Giulie.
La scelta dei canti è stata effettuata in collaborazione con i professori di musica nelle scuole statali e private nonché direttori di coro Neda Sancin (per la provincia di Trieste), Jana Drassich (Gorizia), David Klodič (Benecia) e Manuel Figheli (Val Canale).

Ha collaborato anche la studentessa universitaria Nina Pahor. È merito loro se la raccolta è così ricca. Un grazie anche a Olga Tavčar, Viljena Devetak, Luigia Negro, Catia Quaglia e Rudi Bartaloth per consulenze musicali e linguistiche nonché
per i contatti sul territorio, e a Ivana Soban per le illustrazioni. Grazie anche alla RAI Radio Trst A e alle Case Editrici che hanno concesso l’utilizzo del materiale di cui detengono il copyright. E grazie soprattutto a tutti gli esecutori elencati a pagina 50.
I canti sono stati copiati rispettando le fonti citate, con eccezione di qualche caso dove si è provveduto a uniformare la melodia nelle varie strofe e ad agevolare la lettura dei testi. Ogni maestro può scegliere la tonalità più consona alle caratteristiche del suo coro.

I canti sono in lingua slovena standard e in dialetto. Si nota che i dialetti e le loro caratteristiche fonetiche sono influenzati dalla lingua standard. In caso di testo dialettale viene riportato separatamente anche il testo in lingua standard.

Per una corretta lettura e pronuncia della lingua o dei dialetti sloveni si vedano le avvertenze generali a pagina 5. Per ogni singolo canto sono state poi predisposte due colonne parallele dove nella colonna di sinistra si trova il testo originale con
alcune avvertenze specifiche per la pronuncia, e in quella di destra la traduzione in lingua italiana.
Alla raccolta è allegato un CD. Sarà di valido supporto per adeguarsi alla pronuncia, anche perché i brani vengono cantati da esecutori delle rispettive zone dialettali. Come curatore della pubblicazione resto a disposizione per qualsiasi chiarimento in merito alla musica, ai testi e alla pronuncia. Info: Zveza slovenskih kulturnih društev - Unione dei Circoli Culturali Sloveni - ZSKD, tel. 040-635626.

Janko Ban

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.