Modulo 5

Il popolare rinnovato 2
Il canto tradizionale delle regioni italiane

Docenti: Claudia Grimaz, Roberto Frisano

Il corso propone la prosecuzione dell’esperienza maturata nell’edizione 2017, cioè la sperimentazione e la resa in esecuzione corale dell’autentica musica di tradizione orale, con attenzione particolare alle sue peculiarità comunicative ed espressive e alla dimensione specifica degli stili vocali e delle modalità esecutive. Questo secondo corso è dedicato alla sorprendente ricchezza delle forme di canto tradizionale delle regioni italiane, di cui saranno ascoltati commentati e studiati alcuni esempi significativi.
Roberto Frisano tratterà gli aspetti propriamente etnomusicologici, quali le funzioni, gli aspetti formali e costruttivi, la “geografia” della musica popolare italiana, mentre Claudia Grimaz sperimenterà con i corsisti tecniche del suono, forme di polivocalità, simulazioni di performance esecutive.
Il corso è rivolto ai maestri e ai coristi che vogliono avvicinarsi ai repertori vocali tradizionali italiani, espressione di tratti musicali arcaici, ma anche di vitalità popolare e, certo, segno identitario per le numerose comunità linguistico-culturali di cui si compone il nostro territorio nazionale.

destinatari

direttori di coro, coristi e appassionati

calendario del corso

27-28 gennaio
24-25 febbraio
10-11 marzo

orari

SABATO 15.00-18.00
DOMENICA 9.30-12.30

contributi di partecipazione

Iscritti Usci Fvg
€ 60

Altri partecipanti
€ 80

sede del corso

TOLMEZZO (UD)
Casa della Gioventù (Piazza Centa, 2)

organizzazione

Uscf Udine

Docenti

Claudia Grimaz

Soprano e attrice, diplomata in Canto nel 2004 presso il Conservatorio Tomadini di Udine. Dal 1989 ha partecipato a diversi spettacoli teatrali, di Commedia dell’Arte e musicali. Nel 1995 è la corifea ne I Turcs tal Friûl di Pasolini e inizia la collaborazione e lo studio del canto popolare con Giovanna Marini. Attualmente collabora con l’ensemble vocale Oktoechos diretto da Lanfranco Menga, che si dedica all’esecuzione del repertorio vocale dei secoli XII e XIII e collabora con l’Ensemble cameristico Sergio Gaggia partecipando a diverse produzioni tra le quali Pierrot Lunaire di A. Schönberg, i Concerti del Quirinale con La pantomima rinata nel 2010 e con i Preludi di E. Adaiewsky nel febbraio 2013, registrati in prima assoluta per l’etichetta Dynamic. Nell’aprile 2011 è attrice e cantante nello spettacolo Né come in sonno né come in veglia su musiche e tradizioni dell’Armenia, assieme all’Anait Ensemble col quale produrrà nel 2013 anche lo spettacolo Orient Express. Dal 2006 dirige il Coro femminile La Tela e dal 2011 il Coro Popolare della Resistenza di Udine.

Roberto Frisano

Ha studiato Organo e Clavicembalo al Conservatorio Tomadini di Udine e Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo all’Università degli studi di Bologna dove si è laureato con una tesi in etnomusicologia. Da diversi anni svolge ricerche sul territorio regionale, con attenzione particolare alla musica tradizionale liturgica e rituale, e si dedica anche agli studi storico-musicali pubblicando monografie, saggi e articoli. Ha curato alcune edizioni di musica corale e di tradizione orale – anche in collaborazione con l’Usci Fvg e con la Società Filologica Friulana – e alcune produzioni discografiche.
Partecipa a convegni di studio, seminari e conferenze, interviene in trasmissioni radiofoniche e collabora con musicisti e associazioni corali per la stesura di programmi di sala, note ai cd e presentazioni di concerti. Insegna Teoria, analisi e composizione presso il Liceo musicale Carducci-Dante di Trieste. Svolge inoltre attività di direttore alla guida del Coro Glemonensis di Gemona del Friuli e del Coro Candotti di Codroipo.

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.