Modulo 4

Dallo stupore all'estasi
Alla scoperta del canto gregoriano

Docente: Silvia Tarabocchia

A volte, quando si parla di canto gregoriano, la memoria ci porta al ricordo di quello che sentivamo cantare in chiesa dalle nostre nonne, oppure pensiamo alle suggestioni evocate da qualche colonna sonora, sottofondo musicale o disco commerciale....
Forse non tutti sanno quali siano le vere origini del repertorio gregoriano, la sua dimensione teologico-spirituale e il forte legame parola-melodia. L’intento di questa iniziativa formativa è proprio quello di incuriosire, affascinare e avvicinare a una forma cantata che è la madre di tutta la musica, l’alfa, il principio, sonorità capace di rapire chi la esegue e incantare chi l’ascolta. Anche questa iniziativa è frutto della collaborazione tra Usci Trieste e Zveza Slovenskih Kulturnih Drustev (Unione dei Circoli Culturali Sloveni).

destinatari

direttori di coro, coristi e appassionati

calendario del corso

3 giugno / 17 giugno / 1 luglio

orari

15.00-18.30

contributi di partecipazione

Iscritti Usci Fvg
€ 40

Altri partecipanti
€ 50

sede del corso

TRIESTE
sede Unione Circoli Culturali Sloveni / Zskd
(Via San Francesco, 20)

organizzazione

Usci Trieste e Zskd

Docente

Silvia Tarabocchia

Triestina, ha studiato pianoforte al Conservatorio Giuseppe Tartini, sotto la guida prestigiosa di Dario De Rosa e Maureen Jones, diplomandosi a pieni voti. In seguito, mentre approfondiva le sue conoscenze alla Scuola di Composizione di Giulio Viozzi, frequentava vari corsi di perfezionamento con grandi maestri quali Sergio Lorenzi, Bruno Mezzena e Alexander Lonquich. La sua attività concertistica, dapprima prevalentemente solistica, in un secondo tempo si è orientata al repertorio cameristico, più affine alle sue inclinazioni. Dal 1979 è docente di pianoforte complementare presso il Conservatorio Giuseppe Tartini, dove dal 2005 a tutt‘oggi insegna anche semiologia gregoriana per i corsi accademici di I e II livello.
Nell’ambito del canto gregoriano, dopo una lunga esperienza corale, svolta per 23 anni nel coro della Cappella Civica di Trieste, sotto la direzione del Rev. M° Don Giuseppe Radole e del M° Marco Sofianopulo, nonché con l’occasionale partecipazione ad altri gruppi corali, già nel 1993 ha voluto approfondire le sue conoscenze sulla musica medioevale, partecipando ad un seminario tenuto a Macerata dal gruppo Sequentia, diretto da Benjamin Bagby e Barbara Thornton, considerata la massima conoscitrice della figura musicale e culturale di Hildegard von Bingen.
Nel 1997 ha cominciato a dedicarsi continuativamente allo studio del canto Gregoriano. Con l’illustre semiologo Fulvio Rampi e i suoi collaboratori ha seguito per due anni consecutivi i corsi dell’Accademia musicale dei Cantori gregoriani a Cremona, (’97-’98 e ’98-’99), nonché i corsi estivi da loro tenuti all’Istituto di Musica Antica Stanislao Cordero di Pamparato (Cn) (’97 e ’98), Milano (2000), Rovigo (2004) e Mantova (2017). Negli stessi anni ha voluto approfondire e consolidare la sua preparazione e nel 2002 è stata ammessa alla scuola di prepolifonia presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino, che ha frequentato per l’intero triennio fino al Diploma, conseguito brillantemente nel giugno 2005.
Nel 1998 è stata chiamata dal compositore e musicologo Don Giuseppe Radole ad istituire il gruppo vocale gregoriano Laetare, attivo fino al 2012 presso la chiesa della Beata Vergine del soccorso, ed ora presso la chiesa di S. Caterina da Siena.
Oltre alla stabile collaborazione con la parrocchia di Santa Caterina da Siena, il gruppo Laetare è stato chiamato più volte ad accompagnare la liturgia in altre chiese di Trieste e di altre località della regione e della vicina Slovenia. In particolare partecipa regolarmente alle celebrazioni per la ricorrenza della Madonna della salute, in S. Maria Maggiore, ed è ospite regolare dell’Abbazia di Santa Maria in Silvis di Sesto al Reghena. Il gruppo è annualmente inserito nel programma dei Seminari internazionali di canto gregoriano Verbum resonans all’Abbazia di Rosazzo, diretti dal m° Nino Albarosa e partecipa annualmente ai progetti Nativitas e Paschalia, tutti promossi dall’USCI Friuli Venezia Giulia.

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.