Statuto dell'Usci Friuli Venezia Giulia

Art. 1
COSTITUZIONE – DENOMINAZIONE – SEDE – DURATA

E’ costituita l’Associazione U.S.C.I. FRIULI VENEZIA GIULIA – Unione Società Corali del Friuli Venezia Giulia – con sede in San Vito al Tagliamento (PN), via Altan n. 39, ed è retta dal presente Statuto.

L’Associazione è apolitica, apartitica, aconfessionale, non ha fini di lucro e remunerazione ed i suoi aderenti forniscono solamente prestazioni gratuite. Essa ha durata illimitata.

Art. 2
FINALITÀ

L’U.S.C.I. FRIULI VENEZIA GIULIA si propone di valorizzare, incrementare e diffondere la musica corale nel campo artistico, didattico e sociale, ed in particolare di:
a. promuovere iniziative finalizzate al recupero delle tradizioni locali, alla ricerca e diffusione del patrimonio musicale regionale nelle sue varie espressioni di qualsiasi epoca, alla conservazione del patrimonio etno-musicale in generale e alla conoscenza di quello straniero con particolare riferimento a quello europeo;
b. organizzare concorsi, rassegne, concerti, corsi didattici e seminari di studio anche per insegnanti di primo e secondo grado, convegni ed altre manifestazioni ad ogni livello;
c. curare pubblicazioni, informazioni, edizioni discografiche specializzate ed istruire una biblioteca di consultazione;
d. stabilire relazioni continuative con gli Enti pubblici, amministrativi, culturali, artistici, scolastici, turistici ed istituti editoriali operanti nel settore;
e. sviluppare rapporti e collaborazioni con la Feniarco – Federazione Nazionale Italiana delle Associazioni Regionali Corali – con altre associazioni similari italiane e straniere, specie europee, per contribuire, attraverso la propria azione e nel quadro dell’integrazione europea, alla mutua comprensione tra i popoli d’Europa, della loro musica, delle loro lingue e della loro rispettiva vita culturale. In ciò l’U.S.C.I. FRIULI VENEZIA GIULIA considera l’Europa come una unità culturale ed opera quale strumento d’intesa tra i giovani, perché attraverso basi di reciprocità si stabiliscono i migliori rapporti di collaborazione.

Art. 3
ASSOCIATI – DIRITTI E DOVERI

Sono soci di diritto i componenti dei Consigli Direttivi delle Associazioni corali provinciali e dell’Unione dei Circoli Culturali Sloveni (Zveza Slovenskih Kulturnih Društev) in numero di sette consiglieri per ciascuna Associazione provinciale e in numero di tre consiglieri per l’Unione dei Circoli Culturali Sloveni (Zveza Slovenskih Kulturnih Društev).

I soci hanno diritto di:
- partecipare alle assemblee con diritto di voto;
- partecipare alle manifestazioni ed alle iniziative organizzate e promosse dall’Associazione;
- avere informazioni ed esercitare il controllo sulla vita dell’Associazione in conformità a quanto stabilito dalle leggi e dal presente statuto.

I soci hanno l’obbligo di:
- versare la quota associativa entro la data di convocazione dell’Assemblea annuale ordinaria;
- osservare lo Statuto, i regolamenti e le deliberazioni legalmente adottate dagli Organi sociali;
- perseguire gli scopi dell’Associazione, offrire la propria collaborazione nella gestione dell’Associazione nei modi stabiliti dall’Assemblea e dal Consiglio Direttivo, avere un comportamento corretto verso l’Associazione e verso gli associati.

La qualifica di socio si perde per dimissioni o per contravvenzione alle finalità statutarie.

Art. 4
ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE

Gli Organi dell’Associazione sono:
a. l’Assemblea generale dei componenti dei Consigli Direttivi delle singole Associazioni provinciali in numero di sette per ogni Provincia, e dell'Unione dei Circoli Culturali Sloveni (Zveza Slovenskih Kulturnih Društev) in numero di tre;
b. il Presidente ed i due Vicepresidenti;
c. il Consiglio Direttivo;
d. il Collegio dei Sindaci;
e. la Commissione Artistica.

Le cariche sono elettive ed esercitate a titolo gratuito e possono essere assunte soltanto da aderenti all’Associazione (fa eccezione la Commissione Artistica e il Presidente). Il loro mandato è triennale e possono essere rieletti.

Art. 5
ASSEMBLEA DEGLI ASSOCIATI

L’Assemblea Generale viene convocata, in via ordinaria, dal Presidente dell’Associazione ogni anno, ed in via straordinaria ogni qualvolta ne sia stata richiesta la convocazione da almeno 5 componenti il Consiglio Direttivo o su richiesta di almeno due terzi dei soci.
La convocazione avviene con preavviso di 10 giorni, per l’Assemblea Ordinaria, e di 7 giorni per l’Assemblea Straordinaria.
Le deliberazioni dell’Assemblea, sia ordinaria che straordinaria, sono valide con la maggioranza dei presenti.

Art. 6
PRESIDENTE e VICEPRESIDENTI

Il Presidente e i due Vicepresidenti sono eletti dal Consiglio Direttivo fra i suoi componenti; tuttavia il Presidente può essere eletto anche fra personalità di particolare valore artistico esterne all’Associazione.
Il Presidente assume la rappresentanza dell’U.S.C.I. FRIULI VENEZIA GIULIA, ne coordina il funzionamento, firma gli atti di competenza, convoca e presiede il Consiglio Direttivo, convoca l’Assemblea Generale, adotta i provvedimenti di carattere d’urgenza ritenuti necessari.
In caso di assenza o di impedimento del Presidente, le funzioni sono svolte da uno dei due Vicepresidenti.

Art. 7
CONSIGLIO DIRETTIVO

L’Assemblea è diretta da un Consiglio Direttivo composto da due Consiglieri per ogni Provincia, di cui uno è di diritto il Presidente Provinciale ed uno è designato dai rispettivi Direttivi Provinciali, e da un Consigliere dell'Unione dei Circoli Culturali Sloveni (Zveza Slovenskih Kulturnih Društev). Nel caso in cui il Presidente sia eletto fra persone esterne all’Associazione, egli entra di diritto a far parte del Consiglio Direttivo.
Il Consiglio Direttivo delibera su tutti gli affari generali dell’Associazione, regolandone l’attività, al fine di assicurare il conseguimento degli scopi statutari; elegge il Segretario Regionale (su proposta del Presidente) ed i componenti della Commissione Artistica; coordina le varie iniziative delle Associazioni Provinciali e dell’Unione dei Circoli Culturali Sloveni.
Richiede i contributi necessari per le attività statutarie e ripartisce i contributi concessi dalle Autorità competenti secondo i criteri deliberati dal Consiglio Direttivo stesso.
Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente, ogni qualvolta lo ritenga necessario o su richiesta motivata di almeno un terzo dei propri componenti, presso la sede dell’Associazione o altro luogo prestabilito, con preavviso di otto giorni o, in caso di urgenza, di almeno tre giorni.
Le riunioni del Consiglio Direttivo sono valide con la presenza della metà più uno dei suoi componenti e le decisioni sono validamente deliberate a maggioranza dei presenti. In caso di parità prevale il voto del Presidente o del Vicepresidente che presiede.

Art. 8
SEGRETARIO REGIONALE

Il Segretario Regionale eletto dal Consiglio Direttivo, è scelto fra persone anche non facenti parte dell’Associazione. Cura lo svolgimento delle attività, partecipa al Consiglio Direttivo e all’Assemblea Generale con voto consultivo.
Il Segretario Regionale può esercitare specifici compiti e funzioni su delega del Consiglio Direttivo ed ha diritto al rimborso delle spese sostenute.

Art. 9
COLLEGIO DEI SINDACI

Il Collegio dei Sindaci è composto da tre componenti eletti dall’Assemblea Generale. Il Presidente del Collegio dei Sindaci lo rappresenta presso il Consiglio Direttivo. La carica di Sindaco è incompatibile con altre cariche regionali dell’Associazione.

Art. 10
COMMISSIONE ARTISTICA

La Commissione Artistica è eletta dal Consiglio Direttivo fra personalità di spiccato valore e capacità nel campo musicale e corale. La carica è incompatibile con altre nell’ambito degli organi regionali dell’Associazione.
La Commissione Artistica cura le iniziative necessarie ad incrementare il livello artistico-culturale dei complessi, elabora i regolamenti dei concorsi, rassegne, convegni, corsi didattici ed altre manifestazioni musicali, propone nominativi dei maestri componenti le commissioni giudicatrici dei concorsi e delle rassegne, docenti per corsi e seminari e complessi partecipanti a concerti ed altre manifestazioni dell’Associazione, propone la pubblicazione di antologie e rubriche specializzate.

Art. 11
RISORSE ECONOMICHE – ESERCIZIO SOCIALE – BILANCIO

Le entrate dell’Associazione sono costituite dalle quote sociali annualmente stabilite dal Consiglio Direttivo, dai contributi di Enti ed associazioni e di privati e da altri concorsi spese.
L’Associazione, a tutti i livelli, può chiedere direttamente contributi per le manifestazioni a Ministeri, Regione, Amministrazioni Provinciali e Comunali, Enti ed altri Istituti, e privati, per i fini statutari.
L’esercizio sociale va dal 1° gennaio al 31 dicembre di ogni anno. Entro tre mesi dalla chiusura dell’esercizio, il Consiglio Direttivo deve presentare, per l’approvazione dell’Assemblea, il conto consuntivo ed il bilancio preventivo.
Dal conto consuntivo devono risultare i beni, i contributi ed i lasciti ricevuti nell’esercizio.
L’eventuale avanzo di gestione deve essere impiegato esclusivamente per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.

Art. 12
SCIOGLIMENTO DELL’ASSOCIAZIONE – NORME DI RINVIO

La durata dell’Associazione è illimitata.
In caso di scioglimento dell’Associazione, l’Assemblea delibera l’assegnazione di eventuali residui di attività, al netto delle passività finali, destinandole ad altra associazione con finalità analoghe o ai fini di pubblica utilità.
Per quanto non espressamente previsto dal presente Statuto, si fa riferimento alle vigenti disposizioni legislative in materia ed al Codice Civile.

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.